logo Hi Fi Time

/ Blog / Multicanale 4° – Le codifiche

Multicanale 4° – Le codifiche

Massimo Piantini on 21 settembre 2018 - 11:39 in Blog, Multichannel

 

Multicanale 4° – Le codifiche

 

 

Non sono molte le codifiche Audio e Audio Video disponibili per ascoltare il Multicanale, ma può essere utile avere a disposizione un panorama completo su quello che è disponibile per gli audiofili.

Da quando ha fatto la sua comparsa il digitale, nei primi anni ottanta, la modalità di riproduzione audio ha subito un’accelerazione fulminante, arrivando a proporre soluzioni impensabili solo pochi decenni prima.

 

Solo Audio

Il segnale audio viene suddiviso in più canali (5.0, 5.1, 7.0, 7.1) discreti, cioè incisi separatamente, ognuno riprodotto da un diffusore opportunamente collocato in ambiente.

 

                      

 

 

Questo lavoro è svolto dalla codifica DTS  Multicanale, dal Dolby Digital 5.1 che però sono penalizzati dalla perdita di dati (Lossy).

La massima qualità Audio oggi è disponibile grazie alle codifiche Dolby True HD e DTS HD Master Audio poiché sono codifiche senza perdita di dati (Lossless).

 

 

         

 

 

Il DVD Audio e dal Super Audio CD (anch’essi Lossless), impiegati nella riproduzione Audio, sono formati che non impiegano alcuna compressione del segnale audio.

 

 

 

 

Audio e Video

Comprimendo il segnale sui supporti si ricava ulteriore spazio da destinare ad altre informazioni.

Ecco il DVD, formato che permette di avere informazioni Video e Audio Multicanale. Ma anche il Dolby Digital e il DTS permettono la riproduzione del segnale in formato sia Audio che Video.   

Con questi formati il segnale audio viene suddiviso in più tracce, precedentemente elaborate in fase di missaggio, e distribuite a più casse acustiche in ambiente.

Sparisce, grazie a questo, la sensazione di un audio piatto proveniente da un fronte sonoro anteriore e con poca dinamica (Stereo), in favore della sensazione di un ambiente sonoro avvolgente intorno all’ascoltatore. 

Attualmente, la rivoluzione portata dal formato Blu Ray ha permesso di unire l’alta qualità Audio non compressa, all’alta definizione del Video non compresso. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il futuro

Si parla sempre di più di codifiche che permettono l’impiego di sistemi fino a 22.2 canali per una impressione d’ascolto totalmente “immersiva” nell’evento che si sta riproducendo, così da renderlo coinvolgente al massimo e, di conseguenza, sempre più vicino all’evento reale.

 

 

 

Ad esempio, la codifica Dolby Atmos, già prevede l’impiego di più diffusori collocati sul soffitto della sala d’ascolto

 

 

 

 

 

 

 

Link di approfondimento HiFi Time Review

Multicanale - Questo sconosciuto - Raccolta di notizie utili per tutti

Multicanale 1° – Perché è la sola strada per la Musica Live

Multicanale 2° – Come superare i limiti del Multicanale tradizionale

Multicanale 3° – Marco Cicogna, “La Mosca Bianca”

Multicanale 4° - Le codifiche

Multicanale 5° - Sfatiamo 6 Bufale sul Multicanale

Multicanale a Roma – L’ascolto guidato da Marco Cicogna con lo Stereo Plus.

  

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here